Cibi integrali: 4 cose che devi sapere

Si tende ad associare la parola integrale all’idea di magro, ma il suo vero significato è l’esatto opposto, ovvero ricco, completo. Scopriamo insieme le caratteristiche degli alimenti integrali.

Gli alimenti integrali, infatti, sono quegli alimenti prodotti con farina non raffinata, che contiene cioè tutte le parti del chicco:

  • la crusca esterna, ricca di fibre
  • il germe interno, ricco di micronutrienti
  • l’endosperma, ricco di amidi

Si definiscono integrali quei prodotti fatti con almeno il 51% di tutte e tre le componenti del seme. In passato, la farina integrale era considerata la farina dei poveri. Oggi, gli alimenti integrali sono invece mediamente più costosi, in quanto ottenuti per riaggregazione di parti separate durante il processo di raffinazione.

I benefici derivanti dal consumo di cereali integrali sono dovuti alla presenza di vitamine, sali minerali, acidi grassi essenziali e numerose altre sostanze bioattive.

Vi sveliamo, dunque, 4 benefici derivanti dal consumo di alimenti integrali:

1. Sono alleati della linea
Uno studio riportato dall’American Journal of Clinical Nutrition ha dimostrato che inserire tutti i giorni una quota di cereali integrali fa bruciare in media 100 calorie in più. Ci sarebbe quindi non solo l’effetto sazietà prodotto dalla fibra, ma anche uno stimolo del metabolismo.

2. Rinforzano il sistema immunitario
Lo zinco, gli amminoacidi solforati e i prebiotici contenuti in certi cereali (come avena e grano) contribuiscono a mantenere efficienti le difese dell’organismo. I betaglucani presenti nell’orzo hanno un’azione immunostimolante.

3. Sono anti-anemici, perché ricchi di vitamine del gruppo B e di ferro.

4. Hanno proprietà anti-age
Il selenio, la vitamina E ed altri potenti antiossidanti sono un mix vincente per rallentare i processi di invecchiamento cellulare. L’elisir dell’eterna giovinezza? Il germe di grano.